HOME / Eventi / Eventi
Pizza Village conferma l’evento di Milano, ma con delivery e piatti gourmet dei maestri napoletani

Un’edizione inedita. Perfino ribattezzata. L’edizione 2020 del Pizza Village dovrà adattarsi all’emergenza coronavirus. E quindi propone una nuova formula di partecipazione fisica epizza-village.jpg digitale. Si chiamerà PizzaVillage@Home e avrà un format di palinsesto in diretta, con tutte le pizzerie protagoniste dei live sui social e le piattaforme streaming, attraverso i momenti di lavoro, interviste, pizza class e condivisione. Si partirà da Milano, “la città più vicina per cultura ed abitudini al concetto di delivery”, si legge nel comunicato. Dove, in una zona strategica, verrà allestito un Hub con 12 forni  che sforneranno pizze realizzate dai migliori pizzaioli napoletani. Ogni pizzeria avrà una singola postazione e l’hub sarà il punto di partenza del servizio di delivery. Il Pizza Village si terrà dal 12 al 14 giugno, con un orario (orientativo) delle attività che andrà dalle 18:00 alle 23:00. La terza edizione del Pizza Village a New York è stata tuttavia rimandata al 2021 vista la crisi dovuta al coronavirus. Solo rimandato quello a Napoli.

Ogni pizzeria sfornerà margherite e ognuna una pizza speciale, gourmet, e peculiarmente distintiva. Saranno consegnate in contenitori di altissima qualità personalizzati e autografati dall’autore pizzaiolo. Per la prima volta sarà così possibile ricevere a domicilio, in un ordine consegnato nello stesso momento, le pizze di diversi pizzaioli. Tutto ciò sarà possibile grazie a una partnership tra l’organizzazione e le principali aziende specializzate in food delivery. Per la stessa occasione verrà anche inaugurato il servizio della ‘Pizza Box d’Autore’: ricette create appositamente dai Maestri Pizzaiuoli Napoletani, consegnate in box premium contenenti un menù completo, ma al prezzo di una pizza. Non sarà trascurato il valore della solidarietà: ogni giorni verranno preparate 1000 pizze che verranno donate a ospedali e mense cittadine.

Milano Pizza Village lancia anche nel 2020 il Concorso per il miglior pizzaiuolo non professionista. E tutto l’evento sarà seguito da RTL 102.5 con interviste e contatto diretto con il pubblico digitale tramite Twitter. A 10 anni dalla nascita, il Pizza Village è diventato uno degli happening più rilevanti d’Italia. Da due anni è approdato anche a New York e nel 2020 sarà anche a Milano, triplicando così gli appuntamenti annuali. A Napoli si è passati dalle 60mila presenze della prima edizione al milione dell’ultima. Nella Grande Mela circa 30mila persone si sono unite all’evento.

Il 18 maggio 2016 il Napoli Pizza Village e i Maestri Pizzaioli sono entrati nella storia del Guinness World Record il 18 maggio 2016 realizzando 1.876 metri di pizza sul lungomare Caracciolo. Mentre nel 2018 l’evento ha ricevuto il riconoscimento mondiale a Las Vegas, nell’ambito del The FestX Awards, come Best Food Festival al mondo, eletto da una giuria composta da 17 elementi esperti di comunicazione, marketing, televisione, oltre a influencer e scrittori di fama internazionale. Ma soprattutto il Pizza Village nel 2014 ha avviato e promosso quella che è divenuta in 3 anni la più popolare petizione della storia dell’Unesco: #PizzaUnesco. Grazie ad oltre 2 milioni di sostenitori che da 100 Paesi hanno aderito alla petizione e alla campagna, dopo 3 anni, l’arte del Pizzaiolo Napoletano è stata riconosciuta dall’Unesco patrimonio immateriale dell’umanità.

 

fonte e foto www.ilriformista.it


15/05/2020

Torna SU ↑



RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS