HOME / Mondopizza / Pizzanews
USA: quando la frutta incontra la pizza

Vi raccontiamo la campagna di comunicazione che unisce agricoltura e pizzerie


pere.jpg

Controversa è la pizza farcita con la frutta, ma se si accoglie l’idea che da sempre dolce e salato si incontrano in cucina (anche la nostra), la pizza con la frutta non appare così strana, anzi potrebbe anche piacere sulle tavole delle nostre pizzerie, soprattutto se, messo da parte l’ananas dal gusto esotico della Hawaiian Pizza, a diventare il frutto per eccellenza è la pera. La pera è un frutto a noi vicino, che nella nostra mente è assolutamente mediterraneo (lo è da secoli e secoli, sebbene l’albero del pero, probabilmente, arrivi dall’Oriente come molte altre piante da frutto). Oggi la pera sulla pizza è una realtà, anzi una moda, tutta statunitense: lo leggiamo sulla stampa di settore americana che ci informa come la USA Pears, organizzazione senza fini di lucro che rappresenta oltre 900 coltivatori di pere in Oregon e Washington, sta mettendo in atto una campagna di comunicazione (e marketing) che unisce il frutto all’estro delle pizzerie. Gli agricoltori dell’organizzazione producono l’88% delle pere fresche negli Stati Uniti e Neil Ferguson, specialista in comunicazioni per USA Pears ha affermato: «Stiamo dichiarando con orgoglio che non c’è niente di sbagliato nell’usare la frutta come condimento per la pizza».
logo-pears.jpgSe state storcendo il naso fermatevi a pensarci un attimo; dice il proverbio nostrano: “Al contadino non far sapere quant’è buono il formaggio con le pere” e davvero non c’è detto più sacrosanto, perché il formaggio si sposa benissimo con il sapore dolce. Pensate all’abbinamento formaggio e miele o formaggio e confettura e ancor più di formaggio con le pere fresche. Se sulla pizza, magari ideata come gourmet, stendiamo un velo di Parmigiano (quello vero non il Parmesan) con un pochino di Crudo e delle fettine di pera, potremmo ottenere una pizza “deliziosa”. Infondo, su qualche menu, e in Internet, ricette del genere di pizza già esistono anche da noi. A rafforzare l’immagine “pera-pizza”, USA Pears ha tenuto a FEAST Portland (14 settembre) un momento dedicato alle ricette ideate da pizzerie di nome nazionale e ha bandito  anche un concorso per blogger e amanti della pizza. Si spera che la campagna “illuminerà” le persone sui molti modi in cui possono mangiare questo frutto.
«Crediamo che le pere, in particolare le 10 varietà che provengono dal nord-ovest, siano un condimento che sorprenderà e delizierà coloro che non hanno mai provato la combinazione - continua Neil Ferguson.- Che si tratti di una pizza al sugo bianco con gorgonzola e noci, o di una pizza al sugo rosso con prosciutto, mozzarella e cipolle rosse, o di qualsiasi numero di modi creativi, le pere sono incredibili se arrostite su una pizza».
Quali sono due nomi di spicco che stanno collaborando alla campagna di marketing che fa sposare le pere alla pizza? Lo chef Alan Maniscalco e sua pizza-pere-2.jpgmoglie lo chef Shan Wickham, fondatori di Rally Pizza a Vancouver. Spendiamo qualche parola anche su FEAST prima citato, per comprendere la natura e la portata del “movimento” pro pere. Feast è un festival di cibi e bevande giunto alla sua ottava edizione ed è stato definito “il miglior festival del cibo nel paese” da Thrillist, ed è stato riconosciuto dai media locali e nazionali “fra i 15 migliori festival gastronomici del Nord America” (USA Today, The Wall Street Journal, Forbes, Huffington Post).
In chiusura, pere sulla pizza sì oppure no, vogliamo spendere anche qualche parola su una riflessione: anche negli States la pizza è un cibo “di riferimento” tanto da essere stata scelta come “mezzo” di sensibilizzazione e strumento di diffusione di un prodotto dell’agricoltura. Questo, che l’abbinamento pere-pizza piaccia o meno (dipende molto dalle ricette valutare se il matrimonio di gusti è un buon matrimonio) è segno della popolarità della pizza, ma anche segno di come essa possa essere centrale per promuovere l’agricoltura, un po’ come è successo in piccolo per molti concorsi italiani, che molti lettori conoscono: Pizza Piccante per promuovere il peperoncino, Pizza al Fungo, Pizza alla Zafferano e così via. Ed è proprio questo aspetto che vorremmo rimanesse nella mente del lettore: un cibo così popolare come la pizza è la miglior pubblicità per i frutti della terra, un sano e appetitoso sponsor per chi lavora nel mondo agricolo, in qualsiasi latitudine del mondo.


14/10/2019

Torna SU ↑



RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS