HOME / Home / Home


Davide Civitiello vince il 12° Trofeo Caputo

Raccontare la festa del Caputo Napoli Pizza Village solo con i numeri (che sono da record) non restituisce a sufficienza l’immagine reale di questo evento, la sua bellezza e la sua allegrezza. Il Pizza Village è uno spettacolare omaggio alla pizza nella sua città di origine; è una  immensa pizzeria sotto le stelle.

30.000 metri quadrati, 4.400 posti a sedere, 100.000 pizze sfornate: sono cifre che fanno immaginare grandiosità, ma essere lì è ben altra cosa. I numeri si trasformano in sensazioni: il Pizza Village si respira. Si respira la brezza del mare del golfo, l’aria salina del lungomare di Via Caracciolo, da percorrere dall’inizio alla fine, al tramonto, scorgendo “La Muntagna” in lontananza, fino a sera, quando, al buio, le luci delle case sui pendii alti della città sembrano stelle che abbracciano il mare. Si respira il profumo, quello della pizza, sfornata senza sosta da 45 pizzerie, le storiche di Napoli, tutte in fila, non in competizione, ma in collaborazione, unite dalla consapevolezza che la protagonista è lei, la pizza. Si respira perché si respira la gioia della gente che entra e si ferma a gustare questo cibo di cui a Napoli ci si innamora al primo morso. Mercoledì 4 s’è respirata anche l’adrenalina, quella dei pizzaioli in gara per il 12° Trofeo Caputo.

 

Il Campionato

602848_10201147020491747_2127549791_n.jpg

Oltre 500 pizzaioli si sono sfidati in ben 7 specialità: dalla pizza al taglio a quella acrobatica, da quella al metro a quella senza glutine. Tantissimi i volti giapponesi (una cinquantina di partecipanti), moltissime pizzaiole, tanti gareggianti provenienti da tutti i continenti. La folta partecipazione estera è dimostrazione dell’impegno degli organizzatori, (Molino Caputo e l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani) che in sinergia hanno saputo consolidare l’esportazione del “metodo tradizionale STG" in tutto il mondo, attraverso fiere, manifestazioni, formazione.

Grande la soddisfazione di Antimo Caputo, titolare dell’azienda Molino Caputo, presente durante la manifestazione ad osservare con attenzione e gioia la buona riuscita di questo campionato «che ogni anno cresce e migliora».

Al Pizza Village, rirodiamo, hanno partecipato, in un’area privè per gli ospiti, anche i ragazzi della Pizzeria dell’Impossibile, facenti parte del progetto "Finché c`è pizza... c`è speranza", ideato dall`associazione Scugnizzi e sponsorizzato dalla società Fratelli La Bufala. Il progetto ha creato una Scuola per pizzaioli per i residenti dell’IPM di Nisida e per i ragazzi dei quartieri a rischio di Napoli, con ottimi risultati di integrazione sociale per i ragazzi.

 

Il Campione 2013

1005797_10201147059172714_987057883_n.jpg

 

È Davide Civitiello: ha cominciato all`età di 9 anni, quando già giocava con gli impasti nella pizzeria del padre di un amico. Ha lavorato due anni a New York, poi a Tokyo, ancora a Copenaghen. In autunno comparirà in un programma di cucina (in onda in Argentina girato per una televisione americana) insieme allo chef Donato De Santis, che fu il cuoco personale di Gianni Versace.  

La seconda classificata è stata una donna, Chia Umezawa, dal Giappone.

Terzo classificato, invece Giuseppe Toriello Australia.

 

(FOTO LUIGI SAVINO)

 


05/09/2013
 | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13
Torna SU ↑



RISTONEWS
Attualità, sondaggi, news
Interviste e opinioni
Gestione e legislazione
MONDOPIZZA
Pizzanews
Professione pizzaiolo
Pizza&core
Ricette
RISTORANTI
Professione ristoraro
Ricette
LOCALI D.O.C.
Pizzerie
Ristoranti
Locali serali e bar
FOOD SERVICE
Aziende
Prodotti
BEVERAGE
Aziende
Prodotti
ATTREZZATURE
Aziende e prodotti
Arredi e hotellerie
EVENTI
Fiere
Eventi
Top News
Filo Diretto
Beverage
CONTATTI
PRIVACY - COOKIES

PUBBLICITA'
Feed RSS